Blog

Diplomati magistrali, oltre 50mila insegnanti a rischio

Il deputato Diego Crivellari chiede al Governo un repentino provvedimento: “La soluzione al problema deve essere una priorità dei prossimi mesi”

“Cinquantamila insegnanti in tutta Italia, seimila assunti in ruolo con riserva e di questi circa tremila in Veneto che rischiano in pochi mesi di essere estromessi dall’insegnamento dopo magari 15 anni di lavoro spesso precario. La Sentenza del Consiglio di Stato del dicembre scorso ha complicato una situazione già di per se critica e complessa. Il grande problema è che questa situazione tocca un settore come quello della scuola primaria che è fondamentale alla crescita formativa ed educativa dei più piccoli, degli scolari che frequentano gli istituti italiani ma soprattutto è quel luogo dove assieme alla scolarizzazione si fa integrazione sociale, rispetto della multiculturalità e della tolleranza.

Ho deciso di sollecitare il Governo attuale sul problema, pur consapevole che il periodo elettorale non facilita la cosa, ma soprattutto la prossima compagine di governo dovrà tra le prime cose prendere in considerazione una soluzione che possa avere effetti fin dal prossimo settembre. Occorre muoversi in fretta sull’argomento, occorre capire con quale strumento legislativo porre pari riconoscimento a tutti quegli insegnanti che provengono e hanno trovato spazio nella scuola attraverso il diploma magistrale. Si dovrà agire a livello di composizione di graduatorie, di contrattualistica della scuola e soprattutto nel riconoscimento dei meriti e dei titoli che gli insegnanti posseggono. Questo è un impegno che mi sono preso verso questa categoria e in particolare verso le oltre 50mila famiglie coinvolte. Rispetteremo la professionalità e le capacità di questi docenti, nessuno dovrà essere penalizzato”. Così il parlamentare polesano Diego Crivellari.

FacebooktwitterFacebooktwitter