Alle elezioni regionali scrivi #SCRIVICRIVELLARI

#ENERGIAPERILFUTURO

Blog

BERGAMIN VUOLE TORNARE ALLA LEGGE DELLA GIUNGLA

Dura critica del parlamentare polesano Diego Crivellari dopo le dichiarazione del Sindaco di Rovigo sui fatti di Lodi: <Occorre sostenere il lavoro delle forze dell’ordine, a tutti i livelli, e pesare le parole, con maggiore senso di responsabilità>.

ROMA 14/03/2017 – <Affermare che la difesa armata sia sempre legittima, come fa il Sindaco del Comune di Rovigo, adombra un concetto che poco ha a che spartire con lo stato di diritto e preferisce cavalcare cinicamente l’emotività della cronaca. Non possiamo tornare alla legge della giungla, come ci ricordano in queste ore gli stessi esponenti delle forze dell’ordine. La legittima difesa è già compresa nel nostro codice penale: si tratta, eventualmente, di ridefinire i contorni, ma senza mai dimenticare il criterio di proporzionalità e l’esigenza di un dibattito attento su un tema così complesso e manipolabile. Le istituzioni non possono dare messaggi che, se da un lato sembrano coscientemente ignorare le leggi esistenti, che devono essere casomai applicate con il necessario rigore, dall’altro invitano il cittadino ad un uso delle armi troppo facile, troppo indiscriminato. L’esempio americano ci dimostra come la più liberale circolazione delle armi non si tramuti certo in maggiore sicurezza per il cittadino comune o in clima sociale meno violento. Occorre piuttosto sostenere il lavoro delle forze dell’ordine, a tutti i livelli, e pesare le parole, con maggiore senso di responsabilità>. Così il deputato polesano del Pd Diego Crivellari dopo le ultime dichiarazioni del Sindaco di Rovigo Massimo Bergamin sui fatti di Lodi.

FacebooktwitterFacebooktwitter